ANIP – Italia Sicura
Comunicati Sindacato

La rivalsa dei giusti

È finita l’odissea che ha visto protagonista il nostro Dirigente Manuel TIMPERI impegnato da sempre in denunce SINDACALI per “fatti” relativi al Commissariato di P.S. di Tivoli e Guidonia. Il TIMPERI ha subito:

  1. SETTE Procedimenti Disciplinari TUTTI annullati o archiviati;
  2. UN Procedimento Amministrativo archiviato;
  3. DUE Procedimenti Penali uno archiviato dopo lunga inchiesta e l’altro anche archiviato dal GUP “…perché il fatto non sussiste”; la Procura di Tivoli ricorreva alla Suprema Corte di Cassazione che con sentenza di pochi giorni fa ha addirittura dichiarato inammissibile il ricorso della Procura, confermando così l’innocenza del nostro Segretario;
  4. UN TRASFERIMENTO D’UFFICO posto in essere dalla Questura di Roma in pochissimi giorni su richiesta del Procuratore della Repubblica di Tivoli che “tempestivamente” ne chiedeva l’allontanamento per (testualmente) “fatti di estrema gravità” che non consentivano più al TIMPERI di svolgere “le proprie funzioni nel circondario di Tivoli”.

Oggi il nostro Rappresentante, tolto da quel territorio, è stato “ASSOLTO” dai tutti quei “fatti di estrema gravità”.

Il Questore di Roma ad oggi, non si è attivato DOVEROSAMENTE con la Procura di Tivoli altrettanto “tempestivamente”, pur essendone a conoscenza, dato che ha archiviato il procedimento disciplinare relativo, per far togliere l’inibizione a far servizio nel circondario di Tivoli.

Ora, anche con la sentenza della Suprema Corte di Cassazione, il TIMPERI ha visto finalmente riconosciuta l’impeccabilità dei suoi comportamenti personali e professionali, sempre improntati al rispetto delle leggi e degli uomini, dovunque, comunque e soprattutto innanzi a chiunque, siano questi banditi o i Questori che a Roma si sono succeduti negli ultimi anni.

Non ne abbiano i Questori per l’irriverente accostamento, sono uomini anche loro, e come tali soggetti ad errori, così come lo ha riconosciuto prima il Capo della Polizia, poi il GUP e la Suprema Corte di Cassazione.

Che giustizia sarebbe stata fatta lo avevamo preannunciato già nel comunicato del 18 febbraio 2016 dal titolo “LA GIUSTIZIA È LENTA, MA PRIMA O POI ARRIVA… NOI ANDREMO AVANTI!”.

Ed infatti siamo andati avanti…molto avanti e non ci fermeremo fino a quando non cadrà l’ultimo ostacolo al ripristino della legalità e della giustizia al Commissariato di P. S. di Tivoli e Guidonia.

Roma 27 luglio 2017

Il Segretario Generale
dott. Flavio Tuzi

Scarica Comunicato

Articoli correlati

Lavoro straordinario: criteri e risorse

Red. Web Anip

XVI Vertice Nazionale Antimafia. A cura della Fondazione Antonino Caponnetto

Red. Web Anip

Uomini del Reparto Mobile utilizzati come Kamikaze

Red. Web Anip

Lascia un commento